Google
 

Lavorazione della birra



La birra è una bevanda ottenuta dalla fermentazione alcolica dei mosti, preparati con malto d'orzo torrefatto e acqua, amaricati con luppolo. Il grado alcolico è del 2-6%, ma in alcuni tipi può superare il 9%. A seconda dei tempi e dei paesi ha modificato la sua natura, senza mai tradirla, adeguandosi ai gusti, alla cultura, alla disponibilità delle materie prime. Queste varianti sono infinite e in continua evoluzione. In base alle loro caratteristiche, le birre si possono distinguere, in tre tipi: birre chiare (es. PILSEN), di color giallo ambrato con netto aroma di luppolo ottenute con malto poco torrefatto; birre medie (es. VIENNA), di color giallo oro ottenute con malto di torrefazione media; birre scure (es. MONACO), di gusto pieno con evidente sapore di malto, ottenute con malto molto torrefatto. Inoltre, possiamo distinguere le birre in quelle di alta o bassa fermentazione (in Italia si producono, quasi esclusivamente birre di bassa fermentazione). Esistono, anche le birre analcoliche, sono bevande gasate, aromatizzate con luppolo per similare il sapore della birra. Il valore calorico di 1 litro di birra è di circa 550 calorie; ha un buon contenuto vitaminico (specialmente vitamina B) ed è indicata durante la gravidanza e allattamento. Dato che ogni birra ha le sue caratteristiche di gusto, aroma colore e aromi, è importante degustare la stessa nel suo bicchiere identificato dal marchio della birra stessa. Pertanto è sbagliato se non scorretto versare un prodotto in un bicchiere che presenta un'etichetta diversa.

Di seguito riportiamo alcune indicazioni sui vari tipi di bicchieri:

..:: Altglas: cilindrico, per non esaltare né mortificare la schiuma; sottile, per dare già al tatto laBallon sensazione della freschezza. Destinato pertanto alle ambrate Alt.


..:: Balloon: forma a chiudere, per esaltare la schiuma; superficie ampia, per favorire lo scambio termico. Per birre da meditazione, corpose.

Boccale BritannicoBoccale britannico: di vetro spesso, per conservare la temperatura di cantina; liscio, per evidenziare lo scarso perlage. Adatto alle ales e in particolare alle pale ales.

..:: Boccale tedesco (Mass): spesso, per conservare la freschezza; lavorato, per valorizzare il perlage, cilindrico, con effetto neutro sulla schiuma. È il bicchiere universale, nato però per le märzen e per le export.

..:: Calice a chiudere: la forma rastremata "alza" la schiuma, impedendole al tempo stesso di traboccare; il vetro sottile e liscio favorisce la formazione di condensa. Valorizza lager e pils.Calice a tulipano

..:: Calice a tulipano: la bocca svasata impedisce una schiumatura troppo abbondante e favorisce la percezione olfattiva al profumo. Per birre aromatiche, come le belghe d'abbazia.

..:: Colonna biconica: vetro di spessore medio, forma allargata al centro, bocca a chiudere: per pils belghe e per bevitori che vogliono la schiuma decapitata dalla spatola.

..:: Colonna conica: come il precedente, ma a imboccatura larga per controllare la schiuma. Adatto alle vivaci e profumate birre danesi.

..:: Coppa: forma più o meno esattamente emisferica, che abbassa progressivamente la schiuma ed esalta il profumo.
Flute
..:: Flûte: una forma essenziale per birre secche, di schiuma abbondante e da servire fredde: ecco l'identikit della pils.

..:: Kölschglas: cilindrico, sottile, piccolo: il bicchiere più semplice per una birra tipica, quasi artigianale, a circolazione limitata.

..:: Pinta: la forma a cono rovesciato e lo slargo subito sotto l'orlo neutralizzano qualsiasi velleità di schiuma delle bitter ales e valorizzano invece la cream delle stout.

..:: Stivale: non importa che cosa ci si beve ma come si beve. La sua forma infatti gioca brutti scherzi agli inesperti. È il bicchiere dell'iniziazione alle confraternite studentesche in Germania.

..:: Weizenbecker: capacità "fissa" di mezzo litro. La svasatura alla sommità serve a controllare l'abbondantissima schiuma di birre di grano, le weizen o weissbiere. Bicchieri per la birra